Novità in arrivo per le perizie da incidenti, grazie all’intelligenza artificiale

sofware FastTrackAl

La filiale italiana di DAT, Deutsche Automobil Treuhand GmbH, azienda tedesca di servizi per l’industria automotive, insieme alla società di consulenza Prometeia hanno unito tecnologie, dati e competenze digitali per la gestione automatizzata dei sinistri.

L’intelligenza artificiale per creare le perizie

realizzazione siti web udine

Che sta per essere lanciata la nuova generazione di software FastTrackAI.

Vale a dire un prodotto software cloud sviluppato da DAT per le compagnie di assicurazioni, driver, periti, flotte e noleggi auto a breve termine in grado di creare una perizia, o un preventivo del danno, in real-time, dai 30 secondi ai 3 minuti.

“AI”, questo il suo nome, perché il pilastro della piattaforma è l’Intelligenza Artificiale, che analizzerà le immagini e consentirà di ottenere un elaborato finale completo e immediato.

Questo è il risultato deglisviluppi di DAT, attraverso le soluzioni di Computer Vision in partnership con Prometeia.

DAT, per chi non lo sapesse, è la principale base dati per il settore automotive europeo.

È alimentata da dati OEM e assicurativi, e quindi ha deciso di fare un salto in avanti.

sviluppando un software cloud che coniuga intelligenza artificiale, l’esperienza di applicazione e integrazione di engine analitici nei processi di business di Prometeia.

Come funziona FastTrackAl

Il funzionamento è semplice: in caso di un incidente l’utente caricherà le immagini del sinistro direttamente dal suo smartphone.

Grazie a computer vision il software analizzerà in automatico la documentazione fotografica, identificando le componenti danneggiate e il livello di gravità e restituendo una valutazione puntuale dei danni con il dettaglio completo delle riparazioni necessarie, ricambio per ricambio.

Ecco dunque creata una perizia (o stima) del danno oggettiva, completa e certificata secondo gli standard riparativi assicurativi e del costruttore e,

Tramite il collegamento alla banca dati DAT che permette di risalire all’esatta configurazione di tutte le varianti di allestimento, optional e accessori del veicolo specifico.

Automazione e customer experience innovativa sono la chiave. FastTrackAI permetterà un sostanziale abbattimento del ciclo di vita del sinistro, con benefici in termini di tempi e costi per tutti gli operatori coinvolti” ha spiegato Alessandro Serra, head of Sales and Marketing di DAT Italia.

Il pensiero di Maddalena Amoruso

Un pensiero ribadito e confermato anche da Maddalena Amoruso, senior partner e responsabile del team di Data Science di Prometeia: 

“La nostra esperienza in ambito Artificial Intelligence, e la nostra conoscenza del mercato assicurativo, consentono di sfruttare al massimo la profondità della banca dati DAT e rendere oggettiva l’analisi, indipendentemente dal cliente”.