I 7 errori più comuni quando realizzi un piano editoriale

Roma, 24 febbraio 2024 – In un’epoca in cui il contenuto è il re, vuoi assicurarti che i tuoi post, le tue pagine e i tuoi video siano i migliori che il tuo pubblico di destinazione abbia mai visto. E fai di tutto perché sia così. 

Potresti, però, non sapere ancora quali errori devi evitare. Infatti, soprattutto quando si tratta di pianificare i tuoi contenuti, è molto probabile che tu ti perda e ti confonda su cosa offrire al tuo pubblico. 

Vediamo, quindi, quali sono i 7 errori più comuni che le persone commettono quando creano un piano editoriale, stilati dagli esperti della Prodice, web agency di Milano.

1 NON PIANIFICARE

La pianificazione non consiste nello scrivere un elenco di argomenti su un foglio. 

Un buon piano editoriale, infatti, implica una pianificazione di contenuti completa, con un calendario editoriale, la definizione di obiettivi e strategie, l’analisi del tuo pubblico di destinazione, i tipi di contenuti che produrrai, un programma di pubblicazione e una strategia di promozione

Per capire come creare un piano editoriale e un calendario editoriale, leggi gli articoli scritti a riguardo dagli esperti di Prodice, web agency di Milano.

2 PIANIFICARE SOLO A BREVE TERMINE

Immaginiamo che tu ti aspetti che il tuo sito abbia una lunga vita. Perciò perché dovresti pianificare solo una settimana o un mese di contenuti? Oppure creare un sito web statico che non verrà mai aggiornato?

Per far sì che il tuo sito web duri, devi pensare a lungo termine. In particolar modo per quello che riguarda i tuoi obiettivi e la produzione di contenuti. Il piano editoriale e il calendario editoriale dovrebbero coprire almeno un anno. 

3 NON CONSIDERARE I BISOGNI DELLA TUA TARGET AUDIENCE

Se hai avuto una grande idea e pensi che sia così bella che tutti la adoreranno, ripensaci. 

Infatti, non esiste una cosa che tutti amano. C’è sempre qualcuno che ha un’opinione diversa. E questo qualcuno, purtroppo, potrebbe essere il tuo pubblico di destinazione. Cioè, le persone a cui ti riferisci e a cui offri il tuo prodotto o servizio. 

Quindi, il tuo piano editoriale dovrebbe essere incentrato su ciò che il tuo pubblico di destinazione si aspetta di trovare sul tuo sito.

4 NON METTERE IN RELAZIONE IL PIANO CON GLI OBIETTIVI DI VENDITA E MATKETING

Ogni sito web ha obiettivi di vendita e di marketing. Anche quelli che sono stati creati solo per avere una presenza online hanno come obiettivo la consapevolezza del brand. 

I contenuti sono lo strumento più potente che hai a disposizione per il tuo sito. Sono il segreto per una strategia di marketing di successo. Dunque perché dovresti sprecare questa opportunità?

Ogni contenuto che crei, quindi, dovrebbe essere allineato con la tua strategia di vendita e di marketing. Dovresti avere ben chiaro lo scopo sin dalla sua creazione. 

5 DEFINIRE MALE LE SCADENZE

La realizzazione di contenuti può essere opprimente. C’è molto da creare e tanti dettagli da perfezionare. Potresti, perciò, finire per dedicare molto tempo alla produzione di ogni contenuto. 

Il modo migliore per far sembrare questo processo meno scoraggiante è definire correttamente le scadenze

Mentre pianifichi il tuo programma di pubblicazione, quindi, devi essere onesto con te stesso riguardo a quanto ti ci vorrà per la creazione e la gestione di ogni contenuto. Devi, anche, stabilire entro quando deve essere pronto. Anche se dovessi pensare di dover finire in meno tempo, non cadere in questa trappola. Sii realistico riguardo alle tue tempistiche. Questo ti consentirà di mantenere una costanza nella pubblicazione e di creare contenuti di qualità. Il tuo pubblico di destinazione ti ringrazierà.

6 NON DECIDERE COME MISURARE IL SUCCESSO

Quindi hai trascorso diverse ore a creare contenuti per il tuo sito web. Ora vuoi che questi ti aiutino a raggiungere i tuoi obiettivi di vendita e di marketing.

Ma come saprai se avrai raggiunto o meno i tuoi obiettivi?

Questo vuol dire che dovrai controllare se quello che hai pubblicato ti ha aiutato a raggiungere il tuo scopo. In questo modo, potrai aggiustare il tiro. Se durante l’analisi ti accorgi che, ad esempio, il formato di un determinato contenuto non è stato apprezzato dalla tua audience, potrai riorganizzare i contenuti successivi che pubblicherai. 

7 NON CONSIDERARE LE RISORSE VISIVE

Le risorse visive sono importanti tanto quanto i testi. Infatti, diversi studi hanno dimostrato che possono aumentare il coinvolgimento del pubblico.

Per aumentare il valore del tuo contenuto e la credibilità del tuo sito web, dedica particolare importanza anche a questo aspetto. 

CONCLUSIONE

Il tuo sito web è troppo importante per rovinarlo commettendo errori stupidi. 

Quindi devi programmare un buon piano editoriale se vuoi raggiungere i tuoi obiettivi di vendita e di marketing. Obiettivi ai quali deve guardare ogni contenuto che pubblichi. 

Dovrai anche pensare a lungo termine e considerare il tuo pubblico di destinazione per ogni decisione che prendi.

Anche scadenze realisticherisorse visive ben studiate e strumenti di misurazione affidabili saranno essenziali per rendere il tuo sito interessante e coinvolgente.

Infine, gli esperti della Prodice, web agency a milano dicono che se riuscirai a evitare questi 7 errori sarai un passo avanti rispetto ai tuoi competitor. Avrai la tranquillità e la certezza che il traffico aumenterà e che il tuo pubblico di destinazione continuerà a tornare sul tuo sito. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *